ART. 1

 

E’ costituita un’associazione denominata “Associazione Nazionale degli Istituti Educativi Statali”, di cui fanno parte i convitti nazionali o regionali e gli educandati femminili dello Stato che lo richiedono.

 

ART. 2

 

L’adesione all’associazione è deliberata dal Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione educativa.

 

ART. 3

L’ associazione ha sede legale in Cividale del Friuli, alla Piazzetta Chiarottini, n° 8, presso il Convitto Nazionale “Paolo Diacono” e sede operativa presso l'istituzione del presidente pro-tempore.

 

ART. 4

Gli Istituti sono rappresentati nelle assemblee dell’associazione dai rispettivi Rettori-Dirigenti Scolastici o da un loro delegato scelto tra il personale dipendente. Alle assemblee può partecipare senza diritto di voto, un altro rappresentante per ogni Istituto associato indicato dal Consiglio di Amministrazione tra il personale dipendente.

 

ART. 5

 

L’associazione rappresenta e tutela gli interessi delle Istituzioni Educative e promuove iniziative atte a garantire il loro funzionamento ad ogni livello territoriale nel quadro dell’autonomia e dell’ampliamento dell’offerta formativa.

L’associazione si pone come elemento di raccordo e di confronto tra le diverse istituzioni allo scopo di fornire supporto su piano organizzativo e culturale.

In particolare essa si propone di:

- rappresentare gli Istituti nei confronti degli enti locali e delle altre Istituzioni Pubbliche.

- elaborare proposte anche in materia normativa o di procedure amministrative o contrattuale da presentare

agli organi competenti.

- istituire reti di collegamento tra le istituzioni educative e tra gli operatori delle medesime.

- stimolare le istituzioni educative ad una coerente azione diretta a qualificare e potenziare sempre di più la

la loro presenza sul territorio nel campo dell’istruzione, e formazione professionale e dell’apprendistato.

- organizzare convegni, corsi di aggiornamenti e formazione, seminari di studio per tutti gli operatori delle

istituzioni scolastiche ed educative.

- promuovere scambi e confronti tra docenti, educatori, personale A.T.A. ed alunni delle varie istituzioni

educative.

- predisporre contatti con organismi nazionali ed internazionali per scambi e gemellaggi.

- fornire consulenze e supporto per controversie di natura giuridica.

- svolgere attività di collegamento tra le istituzioni educative e gli uffici scolastici regionali e centrali del

sistema educativo di istruzione e formazione.

- valorizzare e promuovere l’immagine d’insieme dell’offerta formativa.

 

ART. 6

 

Gli organi dell’Associazione sono:

 

- L’assemblea dei soci

- Il presidente

- Il consiglio direttivo.

 

 

ART. 7

 

Fanno parte dell’associazione, con diritto di voto, tramite i loro rappresentanti, tutte le istituzioni educative in regola con il pagamento delle quote sociali.

 

ART. 8

 

L’assemblea è l’organo deliberativo fondamentale dell’associazione.

Essa riunisce ordinariamente una volta all’anno per l’approvazione del bilancio e del conto consuntivo.

L’Assemblea è convocata ed è presieduta dal Presidente.

In via straordinaria l’assemblea può essere convocata da almeno 2/3 dei componenti del Direttivo oppure su richiesta di 1/3 dei componenti dell’assemblea aventi diritto al voto.

L’Assemblea stabilisce l’indirizzo generale dell’associazione, determina le strutture organizzative, delibera le modifiche allo statuto, elegge il presidente, il consiglio direttivo.

Le modifiche allo Statuto sono approvate a maggioranza assoluta dei soci presenti all'assemblea.

L’Assemblea, in prima convocazione è valida se è presente la maggioranza assoluta dei soci; in seconda convocazione se è presente almeno 1/3 dei soci aventi diritto di voto.

Per la costituzione della maggioranza sono valide anche le deleghe ad altri soci.

Ogni socio può essere portatore di non più di 2 deleghe.

 

 

ART. 9

 

Il Presidente dell’Associazione viene eletto ogni tre anni dall’assemblea dei soci tra i soci componenti.

La sua elezione avviene a maggioranza assoluta dei presenti. La sua elezione avviene a maggioranza assoluta dei presenti ed in caso di parità si procede a ballottagio fra i candidati che hanno ottenuto il numero massimo di voti. Le candidature debbono essere presentate almeno 7 giorni prima della data fissata dall'assemblea per le elezioni. In caso di decadenza del presidente per qualsiasi motivo si procede all'elezione di un nuovo presidente.

Il Presidente rappresenta l’associazione a tuti i livelli.

Egli presiede l’assemblea ed il Consiglio Direttivo e promuove iniziative atte a raggiungere le finalità statuarie.

Il Presidente può delegare ai componenti del direttivo compiti di rappresentanza e funzioni specifiche e nominare un vicepresidente che lo sostituisce in sua assenza.

 

 

ART. 10

Il Consiglio Direttivo è eletto ogni tre anni a maggioranza semplice fra i componenti dell’assemblea con un'unica votazione nella quale ciascun membro dell'assemblea con diritto di voto può indicare 4 preferenze. Risultano eletti gli 8 membri che abbiano ottenuto più voti ed in caso di parità si procede a ballottaggio fra i candidati con pari numero di voti all'ultimo in graduatoria. Le candidature debbono essere presentate almeno 7 giorni prima della data fissata dall'assemblea per le elezioni. In caso di decadenza di un membro del consiglio direttivo, subentra il primo dei candidati non eletti.  

Esso è composto dal Presidente, che presiede, e da un numero di membri non superiore ad 8 (otto), scelti fra i Dirigenti Scolastici delle Istituzioni educative socie dell’Associazione.

Uno dei componenti del consiglio Direttivo scelto dal presidente svolge funzioni di Segretario.

Il Consiglio Direttivo:

- determina le modalità organizzative e funzionali.

- approva il regolamento dell’Associazione.

- porta ad esecuzione gli impegni assunti e deliberati dall’Assemblea.

- delibera iniziative che comportino impegni di spesa.

- predispone il bilancio di previsione ed il conto consuntivo che viene sottoposto all’approvazione

dell’assemblea.

- propone all’assemblea il contributo annuo a carico degli Istituti Associati.

Il Consiglio Direttivo è investito comunque dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell’Associazione, senza eccezione di sorta.

Il Consiglio Direttivo si riunisce, di regola, su convocazione del Presidente ogni due mesi su tutte le volte che sia ritenuto necessario da parte del Presidente o da almeno la metà dei membri del Direttivo. Le riunioni possono avvenire anche in modalità telematica.

 

ART. 11

 

Le spese per la partecipazione dei membri alle assemblee ed al consiglio direttivo dell’associazione sono a carico delle singole istituzioni educative.

Al Presidente ed ai membri del Consiglio educativo non spetta alcuna indennità.

A loro è unicamente consentito il rimborso per spese sostenute per conto ed in rappresentanza dell’Associazione.

 

 

ART. 12

 

Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’assemblea la quale provvede alla nomina di uno o più liquidatori e delibera in ordine alla devoluzione del patrimonio.

 

ART. 13

 

Per tutto ciò che non sia stato espressamente previsto, si rinvia alle norme vigenti in materia.